giovedì 26 febbraio 2009

ultimi aggiornamenti

Mentre gli allenamenti si accumulano mi resta sempre poco tempo per poterli descrivere.
sarò ancora una volta riassuntivo...

domenica 22 febbraio

-corsa trail
km 25 (sul mio garmin 24)
T.tot 5:00'00" circa (sul mio garmin 4:12'22")
R.med - (sul mio garmin 10'24")
Bpm -
dislivello +2000m



Dopo il festone del sabato,domenica mi aspettava la tanto citata "six ridges trail".
Devo ammettere che andare a dormire alle 3 di notte non è il massimo,specie se l'ora della sveglia è fissata per le 6:30,comunque son riuscito ad arrivare all'appuntamento in perfetto orario e discrete condizioni psico-fisiche(tranne che per gli occhi ancora segnati dal trucco nero della mascherata).
Poco più di una decina i trailer che si accingono all'impresa.Partiamo percorrendo poche centinaia di metri asfaltati e grosso modo pianeggianti finchè ecco che iniziala la salita, prima di tante,forse la meno dura(giusta come riscaldamento).
Il gruppo aveva in testa i "pratici" dei posti,quelli che per intenderci conoscevano i sentieri come le loro tasche e a seguire gli altri chi più,chi meno allenato ad affrontare il percorso.Grazie agli ultimi allenamenti fatti le gambe ed il fiato rispondevano piuttosto bene allo sforzo,almeno fino al 13°chilometro dove la stanchezza cominciava a farmi bu-bu settete ad ogni cespuglio.
Come rifornimenti usavo la camel bag riempita d'acqua e dell'uvetta per quanto riguarda il solido.
Non ho voluto prendere gel o barrette perchè ho constatato che la frutta secca (che quand'ero piccolo odiavo con tutte le mie forze)è un ottimo carburante e di facile assimilazione nonchè digeribilità,almeno ai ritmi trail.
La mattinata scorreva via veloce anche se i tempi non danno la stessa impressione...alternavo la camminata durante le salite con la corsa nei falsi piani e nelle discese.Nei momenti di sosta,in cui si improvvisava l'appello per verificare che nessuno fosse scomparso azzeravo il garmin per poi dimenticarmi di dare lo start.Questo è successo per 2-3 volte perdendo così almeno un chilometro sull'effettivo percorso.
Posti magnifici,ottima compagnia,temperatura e meteo perfetti hanno fatto da sfondo ad una sgambettata che non ha eguali!Alla fine ero abbastanza provato fisicamente,mi son distinto anche per un tuffo con avvitamento direttamente su terra,fortunatamente senza conseguenze,il tutto dovuto proprio alla pesantezza nell'alzare le gambe(e quindi non inciampare).
Ultimo tratto di poco più di un chilometro percorso su asfalto ad andatura maratona fino ad arrivare alle macchine.
La fame è una brutta cosa e non saprei descrivere quanta ne avevo!già da un pezzo sognavo pane e salame e un buon bicchiere di vino!Così è cominciato anche il 3° tempo,in cui tutte le calorie bruciate sono state tranquillamente rimpiazzate da ogni ben di Dio...questa è vita!









Nella terza foto,quella di gruppo,vedete la chiesetta?(santuario S.Augusta)dopo poco ci siamo arrivati e spinti anche più su!Sotto la passerella dove riposano gli audaci c'e invece il paese di Serravalle...per vedere meglio venite avanti e sporgetevi...


martedì 24 febbraio

-corsa
km 15
T.tot 1:14'11"
R.med 4'56"
Bpm 146

Nonostante ieri abbia seguito il completo riposo(lavoro permettendo) sentivo ancor di più il dolore alle gambe...roba da far aih,aih ad ogni passo!
Solo i polpacci hanno reagito magnificamente allo sforzo.
Volevo fare una corsetta sciogli gambe e dopo aver vinto i movimenti ridicoli e robotici dei primi tre km ho cominciato a velocizzare il ritmo.Non avevo nessun obbiettivo in testa se non quello di mollare un pò i muscoli,ma evidentemente al mio fisico non interessava più di tanto vista l'andatura sempre più svelta che ne è saltata fuori(partito a 5'20"/km finito a 4'20"/km).

Arrivato a casa son salito sulla bici per farmi una rullata a ritmo "vecchietta che porta i fiori in cimitero" per intenderci e finalmente ho sentito i benefici ai muscoli.

-rulli
km 7
Ttot. 21'26"
Vmed. 20
Watt 95
Bpm 111
cad 84


mercoledì 25 febbraio
-corsa
km 18
T.tot 1:25'26"
R.med 4'45"
Bpm 147

Stessa identica idea in testa,cioè andar piano per sciogliere,stesso identico risultato:andato forte,anche più di ieri....

-rulli
km 10
Ttot. 31'22"
Vmed. 19,2
Watt 96
Bpm 116
cad 84

Anche per i rulli idem con patate a ieri


giovedì 26 febbraio
-nuoto
Tot. 132 v. (3300m)
36 v. riscald.mio
10 v. riscald.maestro
32 v. 4x200m a 3'30"
32 v. 8x100m a 1'45"con palette
8 v. 4x50m a 55"
4 v. scatti da 25m
10 v. defaticanti

Oggi è andata male,male,male,male...tranne che per i primi 200m fatti ad un ritmo collaudato,il resto è stato tutto portato a casa con fatica.
Non avevo dolori(tranne che per le gambe che sentivo affaticate)ma era proprio una questione di testa.
Quello che il cervello comandava ai muscoli non veniva recepito come di assoluta priorità...mi immaginavo le fibre rosse,come quei personaggi seduti al bar a giocare a carte con sigaretta in bocca storta,occhi socchiusi per il fumo e bicchierino di Montenegro a portata... mentre da fuori un povero sfigato chiede loro di spostare l'auto che deve andar via questi gli rispondono almeno dieci volte:si,si,mo arriviamo...

6 commenti:

TT ha detto...

Interesting blog!

fabio ha detto...

@TT
Thanks also yours blog!

fabio ha detto...

almeno credo che in inglese si scriva cosi...

GIAN CARLO ha detto...

You are really crazy !!!
si scrive così...e...take it easy !

fabio ha detto...

@Gian Carlo
mmmmm...nonostante abbia studiato francese,qualcosa mi dice che ste due frasette non legano bene con l'argomento trattato...furbastro!

Gianluca Rigon ha detto...

Quoto Gian Carlo ! really really !