martedì 10 febbraio 2009

Gara sotto l'acqua o IN acqua?


Proprio così,perchè quella di domenica è stata praticamente una gara di nuoto!
Ma cominciamo dall'inizio,ovvero dal sabato pre-gara in cui ho mosso gli ultimi passi per vedere se il lunghissimo del martedì era stato smaltito completamente...

sabato 7 febbraio
-corsa
km 12
T.tot 55'50"
R.med 4'38"
Bpm 154

Beh,credo che i dati parlino da soli...ero carico al 100% e mi son fermato a dodici km per non consumare le batterie necessarie per l'indomani.
Le gambe giravano da sole e nonostante avessi pranzato da solo un'ora(bel carico di tortellini) la digestione non ha interferito minimamente.
Non mi rimaneva che andar a ritirare il pettorale!


domenica 8 febbraio
-gara:Maratonina Vittoria Bagnata...hhhemmm Alata
km 21,1
T.tot 1:31'53"
R.med 4'20"
Bpm 166

Quando mi son svegliato,cambiato e uscito,il tempo dalle mie parti sembrava quasi volgere verso il sereno...peccato che da lì a Vittorio V. sembravano due realtà diverse.
Ero anche soddisfatto nell'aver trovato parcheggio a pochi passi dallo start...forse una delle poche cose positive della giornata.
Riscaldamento sotto una pioggia leggera ma costante tanto da bagnare tutti entro breve tempo.Decido di partire con il gillet anti vento sopra la maglia fregandomene se il numero si vedeva o no.
Il percorso era costituito da un anello allungato da percorrere due volte,come la scorsa edizione il primo tratto in leggera discesa su strada,poi leggera salita quasi interamente su pista ciclabile.
Fin da subito ho preso un bel ritmo cercando di non strafare e controllando respirazione e Bpm.
La tattica era semplice,risparmiarmi il primo giro per poi "tirare il collo" nel secondo....a mettermi i bastoni tra le ruote però ci ha pensato il meteo che proprio nel tratto in salita ci ha regalato oltre all'acqua un bel vento gelido di traverso(portando un rallentam.di circa 15"/km).
Ero talmente concentrato e zuppo d'acqua che non ho avuto necessità di rifornimenti per tutta la gara!Col passare del tempo mi si sono bagnati anche i piedi,ma non so come non ho avuto problemi di vesciche.
Se ci fosse stato il sole o perlomeno asciutto sarei sceso sotto il personale,ne sono più che sicuro!
Il problema più grande è stato quello di aver perso completamente la sensibilità delle gambe e delle braccia,non capivo infatti se potevo osare o no un'aumento di andatura...son riuscito a gestirmi solo controllando i Bpm che dopo due terzi di gara hanno avuto un aumento da 160 a 170(la fatica?).
Controllando a casa i dati del Garmin ho constatato la quasi linearità di andatura tenuta(alla faccia di fare il primo giro più lento)il che mi fa strano data la mia assoluta "schizofrenia ritmica".
Note positive da segnalare la presenza di molte ragazze carine che hanno alleggerito le fatiche dello spirito...Ma come fanno le donnine ad essere profumate anche durante la corsa???
Boh...
Ritorno a casa con i brividi e le parvenze di un pulcino bagnato,bella doccia calda,pranzo da Re e riposo meritato...
contento?
Credo di si...non era la gara della vita ma...


lunedì 9 febbraio
-corsa
km 13
T.tot 58'19"
R.med 4'29"
Bpm 151

Lo sapevo!
Ieri avrei potuto far meglio!
La conferma l'ho avuta con questo allenamento che doveva essere di recupero e invece è diventato una super turbo corsa!Di sicuro se fossi stato stanco non avrei potuto fare questi tempi....

p.s. Quanto mi piace correre con la luna piena non ne avete idea...AUUUUUUUUUUUUUHHH

7 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

In effetti io ho fatto una mezza in contemporanea a te ho impiegato 2 minuti abbondanti in meno(e penso anche di non aver tirato al massimo), ma il giorno dopo faticavo tantissimo a 5.10 figuriamoci a 4.29(impossibile !!!!)

Mic ha detto...

Ciao Fabio, anch'io pensavo che andassi meglio. Sicuramente avendo iniziato da poco hai grossi margini di miglioramento; cerca solo di prepararti in maniera razionale.
Siccome vedo che sei in zona TV ti lasci il link del sito della mia società: magari ti torna utile per le notizie delle gare in zona BL. CIAO

http://www.marciatoricalalzo.com/sito/index.html

fabio ha detto...

@Gian Carlo
Immagino...
tornato a casa mi era venuta una malsana idea e cioè fare 10km aggiuntivi(così mi sarei sfogato completamente),ma i nuvoloni mi hanno fatto desistere...bastava l'acqua della mattina no?

@Mic
Ti dico con tutta onestà e con più rispetto possibile per chi la prepara con cura che della mezza maratona non mi importa tanto...nel senso che non l'ho mai preparata seriamente e per me rappresenta solo un test obbligato pre-Treviso (anche se l'anno scorso mi ha dato gran soddisfazione).
Per quanto riguarda la razionalità....credo di dover lavorarci parecchio...
Grazie del link,mi sembra un sito utile.

Gianluca Rigon ha detto...

Complimenti anche a te per aver portato atermine la Mezza della Vittoria Bagnata ;-) !!!!!
Quanto hai di personale ?

fabio ha detto...

@Gian
Di personale ho 1:30'25" fatto un anno fa sempre nella V.Alata

Mic ha detto...

Ciao Fabio, non mi piace mettermi a dare consigli, ma mi pare di capire che tu corra da poco tempo e forse possono esserti utili. Dopo un post nel quale parlavi delle scarpe ero andato a spulciare i tuoi ritmi in allenamento, per farmi un'idea. Credo che tu abbia discrete potenzialità e grossi margini per migliorare. Per quello credevo facessi meglio a Vittorio. Pensavo intorno all' 1h24'. Di sicuro la mezza è una gara difficile e ci vuole un pò per capirla ed interpretarla bene; ancora di + per la maratona. Tutto questo per dirti che il tuo percorso di gare non mi sembra l'ideale. Forse ti converrebbe testarti sulle gare + brevi (5, 10km, fino alla mezza), per assecondare dei miglioramenti che saranno fisiologici con la pratica e poi darti alla maratona. Aumentando i tuoi valori di soglia ne benefici su qualunque distanza. Non snobbare così la mezza! Intanto ti faccio un in bocca al lupo per Treviso.

fabio ha detto...

@Mic
Non ti preoccupare per i consigli,sono sempre disponibile ad ascoltarli,anche se seguirli è il vero problema...
Rispondere al tuo commento mi è difficile,nel senso che scriverlo sarebbe troppo lungo e provabilmente ne uscirebbe un discorso contorto,magari meglio se fatto a parole.
Spero ti basti se ti dico che il mio percorso "agonistico"specie nell'ultimo anno è figlio dell'insoddisfazione a livello lavorativo,quindi tutto quello che faccio(troppo e spesso senza criterio)mi serve come unica valvola di sfogo,quindi più gare più soddisfazioni(solo perchè continuo a migliorare).
Lette così queste poche righe non trasmettono più di tanto,ma come detto prima il discorso è troppo lungo.
Mi consigli gare più corte per permettere un adattamento fisiologico,ne farò di sicuro con il triathlon(sprint 5km,olimpico 10km)anche se non so quanto mi possano servire messe un pò quà un pò là nella stagione a venire...
Per quanto riguarda il tempo che avevi preventivato(1:24'),son sicuro mi sarebbe stato impossibile da ottenere....almeno con la preparazione attuale.
Grazie per l'interesse che mi dedichi,un saluto